sedazione cosciente

La sedazione cosciente in odontoiatria

La sedazione cosciente in odontoiatria è una tecnica anestesiologica che consiste nella somministrazione di una miscela di ossigeno e protossido d’azoto attraverso l’inalazione, per mezzo di una mascherina nasale.
Ha un effetto molto rapido e permette di rilassarsi completamente sulla poltrona del dentista, sentendo scomparire ansia e paura. Si resta coscienti e senzienti, ma pervasi da una sensazione di benessere, che permette di affrontare interventi e procedure “invasive” senza traumi e stress.

La sua presenza nell’organismo favorisce l’assimilazione di minerali, come calcio e fosfato, i quali con la loro concentrazione hanno una funzione riparatrice e difensiva per lo smalto dentale. Questo meccanismo aiuta a contrastare la carie, che rappresenta una delle malattie più frequenti e temute del cavo orale.

Dettagli
fluorizzazione

Fluorizzazione in adulti e bambini

Il fluoro è un minerale presente nell’organismo, seppure in quantità limitate. Si trova principalmente concentrato nelle ossa e nei denti e rappresenta un elemento decisamente importante per la mineralizzazione dello scheletro e dello smalto.

La sua presenza nell’organismo favorisce l’assimilazione di minerali, come calcio e fosfato, i quali con la loro concentrazione hanno una funzione riparatrice e difensiva per lo smalto dentale. Questo meccanismo aiuta a contrastare la carie, che rappresenta una delle malattie più frequenti e temute del cavo orale.

Dettagli
saliva

La Saliva: cos’è e qual è il suo ruolo per la salute orale

La saliva è uno dei più complessi, versatili e importanti fluidi del nostro corpo e svolge numerose funzioni benefiche per il cavo orale e per tutto l’organismo.
Prodotta da specifiche ghiandole, dette appunto “salivari”, la saliva è per il 99% costituita da acqua e per l’1% da sostanze organiche e inorganiche. Ad essa va riconosciuta innanzitutto la capacità di mantenere la salute orale in una condizione di “equilibrio ecologico” tra le migliaia di specie di microorganismi che popolano la nostra bocca.

La Giornata Mondiale del Diabete si svolge in tutto il mondo il 14 novembre, perché questa è la data di nascita di Frederick Banting, uno degli scienziati scopritori dell’insulina nel 1922, insieme con il collega Charles Best.

Dettagli
Giornata mondiale del diabete 14 novembre 2022

Giornata Mondiale del Diabete 2022

Nella Giornata Mondiale del Diabete, 14 novembre, si chiede ai responsabili politici di aumentare l’accesso all’educazione sul diabete per aiutare a migliorare la vita di oltre mezzo miliardo di persone che vivono con il diabete in tutto il mondo.

La Giornata Mondiale del Diabete si svolge in tutto il mondo il 14 novembre, perché questa è la data di nascita di Frederick Banting, uno degli scienziati scopritori dell’insulina nel 1922, insieme con il collega Charles Best.

Dettagli
nettalingua

Nettalingua: come e quando si usa?

Il nettalingua si compone generalmente di un manico in plastica, al quale si collega una parte lavorante costituita da un anello conformato a fionda, che essendo strutturato con un lato smusso e uno più acuto, vede in quest’ultimo quello attivo sulla superficie linguale per eliminare quello strato batterico fortemente adeso a formare la cosiddetta “patina linguale”.

Dettagli
scovolino denti

Scovolino: cos’è e a cosa serve?

Lo scovolino si presenta generalmente di forma conica o cilindrica; può avere un manico dritto o angolato in funzione della zona di applicazione (spazi anteriori o posteriori) e diametri differenti in relazione all’ampiezza dello spazio interdentale. Esistono anche scovolini realizzati in gomma o silicone, che hanno solitamente un diametro standard e che per questo motivo, risultano poco versatili in spazi interdentali di diversa ampiezza.

Dettagli
Gengive bianche

Gengive bianche: perché e cosa fare

Le lesioni che provocano le “gengive bianche” che vengono diagnosticate più frequentemente all’interno del cavo orale sono: Lichen Planus Orale, candidosi, ipercheratosi e leucoplachia. Il più delle volte, le “gengive bianche” sono causate da lesioni di carattere benigno e si gestiscono con trattamenti topici locali.

Dettagli