17 Settembre, 2019
Banner Top
L’uso del collutorio è un ottimo alleato

L’uso corretto del collutorio, in accoppiamento con lo spazzolino e il filo interdentale, è un ottimo alleato per combattere la formazione di placca dentale e tartaro. L’efficacia del collutorio è utile a combattere l’insorgenza di malattie parodontali.

 

Esistono diverse tipologie di collutori. E’ importante imparare a leggere gli ingredienti presenti sulle etichette delle confezioni, evitando i collutori che presentano alcool. Questa tipologia, se usata per lunghi periodi potrebbe causare un’irritazione delle mucose. Esistono poi collutori specifici, da usare durante la fase successiva di un intervento chirurgico o per combattere particolari fastidi come la sensibilità dentinale.

 

Per la rimozione della placca batterica sono sufficienti spazzolino, filo interdentale e/o scovolino. L’uso di collutori contenenti agenti antibatterici e antinfiammatori può essere indicato nella fase successiva alla chirurgia, quando il paziente è impossibilitato ad eseguire le consuete manovre di igiene orale o in presenza di un quadro infiammatorio accentuato, in supporto all’eliminazione meccanica della placca.  In presenza di ipersensibilità vengono consigliati collutori specifici, contenenti per esempio fluoro.

 

Solitamente l’uso del collutorio non provoca fastidi. Occorre considerare, però, che alcune molecole contenute in alcuni collutori hanno effetti collaterali, quali l’insorgenza di pigmentazioni brunastre sui denti. Tra gli effetti collaterali è possibile riscontrare l’annullamento momentaneo della percezione del gusto. E’ opportuno, quindi, utilizzare tali prodotti per una durata limitata e su indicazione dell’odontoiatra o dell’igienista dentale.

Related Article