3 Dicembre, 2020
Banner Top
Seconda Giornata Nazionale della Parodontite

Venerdì 27 novembre 2020 è la Seconda Giornata Nazionale della Parodontite, un’occasione per richiamare l’attenzione sullo stretto legame fra parodontite e diabete e sull’importanza di prevenire le due malattie. La giornata è istituita dalla Società Italiana di Parodontologia e Implantologia che per l’evento intende dichiarare alla popolazione come la prevenzione e le visite di controllo possano fare la differenza.

L’infiammazione delle gengive è un problema per 20 milioni di italiani adulti e nei casi più gravi può diventare parodontite, una forma grave di gengivite che provoca gravi conseguenze sulla salute dei tessuti che circondano i denti. Soprattutto in questo momento di pandemia da Covid-19,  gli esperti della SIdP ricordando che l’importanza della prevenzione è fondamentale per intercettare tempestivamente le patologie, nonostante  l’emergenza sanitaria complichi e limiti l’accesso alle cure.

 

La SIdP è però vicina ai pazienti, infatti come afferma il Dottor Luca Landi, presidente della SIdP: “I parodontologi in questo momento di pandemia sentono ancora più forte l’impegno per migliorare le condizioni di salute dei cittadini attraverso un’azione che non si limiti alle sole cure per raggiungere la salute orale, ma incoraggi anche l’adozione di stili di vita corretti, un’alimentazione equilibrata insieme al monitoraggio di parametri sistemici e, in particolare del compenso diabetico”.

Parodontite e diabete, un pericoloso legame a doppio filo 

Il diabete è una malattia cronica, si sviluppa quando l’organismo non riesce a produrre abbastanza insulina o non riesce a utilizzarla correttamente, impedendo l’assorbimento del glucosio. L’instabilità degli zuccheri nel sangue può provocare un aumento dei livelli di glucosio nella saliva, favorendo la proliferazione dei batteri che possono causare malattie gengivali.

Il diabete può far male al sorriso, ma anche le gengive infiammate fanno male a chi soffre di diabete.

È la relazione pericolosa a doppio filo fra diabete e parodontite, che rischia di minacciare seriamente la salute orale e la salute generale. Gengive caratterizzate da sanguinamento, rossore e dolore risultano essere un problema per un adulto su due. La diffusione di questa patologia è così estesa che in 8 milioni di persone il disturbo diventa parodontite, provocando nei casi più gravi la diminuzione del supporto osseo profondo e la perdita dei denti. Chi soffre di questa malattia ha una maggiore tendenza a sviluppare il diabete e, viceversa, chi soffre di diabete ha un rischio tre volte superiore di ammalarsi di parodontite.

Il ruolo cruciale dell’odontoiatra

Un recente studio dell’Università di Birmingham dimostra che il rischio di avere la glicemia alta può essere smascherato proprio dal dentista, tramite questionari dedicati, la misurazione delle tasche gengivali e il test di rilevazione del valore dell’emoglobina glicata. Ciò significa che grazie anche alla valutazione dello stato di infiammazione gengivale si potrebbero riconoscere gli italiani che soffrono già di diabete, ma ancora non ne sono a conoscenza, che al momento sono stimati essere pari a circa un milione.

 

A tal proposito, il presidente della SIdP Luca Landi dichiara: “[…] I parodontologi potrebbero svolgere un ruolo chiave nell’intercettazione delle persone ad alto rischio di sviluppare diabete e nella diagnosi precoce di questa malattia in coloro che non sanno di esserne affetti. […] Le due patologie vanno a braccetto: se la salute dei denti viene trascurata le probabilità di aggravarsi del diabete si moltiplica, mentre al contrario, prestando attenzione alla cura di denti e gengive si hanno maggiori probabilità di tenere sotto controllo anche il diabete. […] Curare la parodontite significa perciò contribuire non poco a migliorare lo stato metabolico generale della persona con diabete, che si traduce anche in una diminuzione dei danni periferici indotti dagli alti livelli di glicemia”.

locandina seconda giornata nazionale della parodontite 2020

Prevenzione: dal decalogo dei consigli all’App dedicata

In occasione della Seconda Giornata Nazionale della Parodontite gli esperti della SIdP hanno messo a disposizione di tutti molteplici materiali. Allo scopo di sensibilizzare la popolazione sulla correlazione tra parodontite, salute sistemica e diabete, infatti, la Società Italiana di Parodontologia e Implantologia ha raccolto una serie di informazioni utili sia sul portale www.gengive.org, ma anche sulle pagine Facebook della SIdP rivolte ai pazienti: Gengivepuntoorg e Impiantidentalipuntoorg. Ne sono esempi il decalogo dei consigli da seguire e delle dieci cose da fare per mantenere le gengive sane, ma anche le schede informative realizzate in collaborazione con la EFP, la Federazione Europea di Parodontologia.

Infine, grazie alla App gratuita GengiveINForma, ci si può sottoporre a un piccolo test che, attraverso semplici domande, indica la suscettibilità alla parodontite in appena tre minuti. L’applicazione non intende sostituire la diagnosi professionale eseguita da un paradontologo, ma è principalmente pensata per diffondere informazione e consapevolezza sul tema.

 

La prevenzione è l’arma migliore per impedire alle patologie di creare complicazioni. La relazione tra diabete e parodontite è un problema reale, chiedi consiglio al tuo medico o al tuo dentista, e in occasione della Seconda Giornata Nazionale della Parodontite prendi consapevolezza della tua salute e ricorda che il tuo sorriso è importante!

A cura della Commissione Editoriale della
Società Italiana di Parodontologia e Implantologia

gengive - Logo SIdP

Related Article

error: Copyright Gengive.org