12 Dicembre, 2019
Banner Top
Esiste un collutorio o un dentifricio per curare la piorrea?

Piorrea o Parodontite?

La piorrea, è una malattia infiammatoria che colpisce i tessuti di sostegno del dente: la gengiva e l’osso. batteri che si depositano sulla superficie del dente si organizzano e formano la placca. Se la placca è lasciata indisturbata, attraverso i minerali prodotti dalla saliva, si lega ai batteri formando il tartaro. Tali batteri producono delle tossine che hanno la capacità di creare un’infiammazione gengivale e, se non sono efficacemente rimossi, possono colpire l’osso sottostante andando così a creare quella che viene popolarmente chiamata piorrea. Il nome corretto però è parodontiteperiodontite o parodontopatia.

Come prevenire la parodontite: dentifricio e collutiorio?

Per curare e per prevenire la parodontite è fondamentale rimuovere quotidianamente i batteri della placca batterica attraverso presidi efficaci. La placca batterica è infatti costituita da microrganismi che hanno la capacità di organizzarsi, unirsi tra di loro e formare una sostanza appiccicosa.

Il dentifricio e il collutorio sono dei presidi molto validi per curare la parodontite perchè contengono al loro interno dei principi attivi specifici per ogni esigenza. Anticarie con l’aggiunta di sostanze remineralizzanti, desensibilizzanti con all’interno diverse molecole per contrastare l’ipersensibilità, ed antibatterici, come i collutori allo zinco cloruro o alla clorexidina che ad oggi è considerata la molecola antibatterica d’elezione non solo per la bocca ma anche, ad esempio, per alcune condizioni dermatologiche.

Quale collutorio usare per curare la parodontite?

In caso di parodontite il collutorio più utilizzato è quello a base di clorexidina a varie concentrazioni. Questa molecola ha la capacità di uccidere tutti i batteri, ma per avere una condizione di salute ottimale è fondamentale l’equilibrio tra i batteri buoni e quelli cattivi. Proprio per questo ne è sconsigliato l’uso prolungato. Il collutorio a base di clorexidina è estremamente efficace nel controllo chimico della placca batterica, ha un’azione battericida (uccide i germi) e batteriostatica (ne evita la replicazione). Alla concentrazione del 20% e del 12% è ampiamente raccomandata dai dentisti e dagli igienisti dentali, ma il suo utilizzo deve esser considerato come supporto alla terapia parodontale, seguendo scrupolosamente le indicazioni e i tempi di utilizzo consigliati professionista.

Prenditi cura della bocca ogni giorno

Per prevenire la parodontite è importante prendersi cura della propria bocca ogni giorno. Il collutorio e il dentifricio sono considerati dei mezzi accessori complementari per una buona igiene orale.

L’azione migliore per gestire efficacemente la placca batterica è eliminarla meccanicamente e quotidianamente detergendo le superfici dei denti con lo spazzolino e con i presidi interdentali (filo o scovolino).

A cura della Commissione Editoriale della
Società Italiana di Parodontologia e Implantologia

gengive - Logo SIdP

Related Article

0 Comments

Leave a Comment

error: Copyright Gengive.org