24 Agosto, 2019
Banner Top
Come mantenere in salute gli impianti dentali

La sostituzione di uno o più denti con un impianto dentale richiede di mantenere in salute la protesi attraverso sedute di igiene professionale costante. La riabilitazione protesica attraverso gli impianti dentali è considerata oggi una tecnica sicura per ottenere la sostituzione di uno o più denti naturali mancanti.

Per mantenere in salute gli impianti dentali è fondamentale sottoporsi a dei serrati richiami digiene orale professionale. Ciò è necessario per controllare non solo la stabilità della protesi, ma anche per valutare professionalmente l’efficacia della rimozione della placca batterica ed eventualmente perfezionarla.

 

Mantenimento: quali procedure

Le procedure e gli strumenti utilizzati dal dentista e dall’igienista sono simili a quelli per la detersione professionale dei denti naturali. Gli strumenti risultano però più delicati in quanto il titanio di cui sono costituiti gli impianti dentali, è materiale più intaccabile che può graffiarsi con facilità.

Come nei denti naturali per i protocolli di profilassi, terapia e mantenimento, anche per mantenere in salute un impianto sono spesso usate delle paste morbide. Le paste servono a lucidare sia la protesi che il collo dell’impianto e rimuovere il biofilm di tartaro attraverso procedure non chirurgiche. Recentemente è stato introdotto anche l’uso di polveri microabrasive. Composte di glicina e di eritritolo, queste polveri vengono emesse mediante appositi manipoli in grado di eliminare efficacemente la placca batterica.  

Durante i richiami professionali, l’odontoiatra valuta l’eventuale perdita d’attacco attraverso l’utilizzo della sonda parodontale, per valutare inoltre eventuale infiammazione profonda e superficiale delle gengive. Inoltre, il professionista esegue, se necessario, dei controlli radiografici per valutare il livello dell’osso che accoglie l’impianto. La chiave del successo sta non solo nel mantenimento professionale, fondamentale soprattutto per intercettare le complicanze, ma soprattutto nel mantenimento igienico giornaliero domiciliare che ha come obiettivo la rimozione della placca batterica causa della malattia implantare (mucosite e perimplantite).

Prevenire, anche in questo caso, è decisamente meglio che curare!

Related Article

0 Comments

Leave a Comment