18 Luglio, 2019
Banner Top
La malattia parodontale è ereditaria?

La parodontite è un’infiammazione dei tessuti presenti all’interno del cavo orale. L’origine di questa infiammazione è imputabile agli accumuli di placca batterica sui denti. Ma se un individuo soffre di questa patologia può trasmetterla anche ai proprio figli?

 

Affermare che la malattia parodontale sia ereditaria non è corretto. È vero tuttavia che molti fattori ereditari possono determinare una maggiore predisposizione alla malattia, che comunque può essere prevenuta e non causare mai alcun danno. È per questo motivo che nei soggetti con familiarità per la malattia parodontale è ancora più importante un’adeguata prevenzione. La prevenzione non comprende soltanto ascoltare i consigli del dentista e mantenere una corretta igiene orale, ma anche seguire uno stile di vita sano e una dieta equilibrata.

 

Non bisogna dimenticare che la principale causa di malattia parodontale è l’accumulo di placca batterica. Nonostante le buone norme, è possibile che l’ereditarietà di alcuni fattori predisponenti rendono più facile ammalarsi di malattia parodontale.

 

La presenza di frequente familiarità in anamnesi suggerisce la presenza di fattori ereditari come concause alla patologia, legate alla capacità di difesa individuale e al tipo di risposta infiammatoria. Infatti, sono le difese immunitarie le vere protagoniste, che influenzano quindi il modo di reagire del corpo alle infiammazioni. In questo caso alle infiammazioni del cavo orale.

 

Le forme a incidenza precoce e più aggressive sembrano le più indicate a presentare aspetti di questo tipo. Gli studiosi hanno ipotizzate anche forme di fenomeni di autoimmunità. Alcuni polimorfismi genici sono stati associati alla patologia parodontale tra cui: IL-1A, IL-1B,IL-1RN, IL-10, IL-6 e COX2.

A cura della Commissione Editoriale della
Società Italiana di Parodontologia e Implantologia

gengive - Logo SIdP

Related Article