Indice di sanguinamento

Alla base delle malattie parodontali vi è un processo infiammatorio. La gengivite e la parodontite sono patologie di origine infettiva dove i batteri sono responsabili di una reazione di natura infiammatoria dell’organismo. La presenza di caratteristiche individuali e la suscettibilità unite alle abitudini comportamentali contribuiscono alla manifestazione dei vari gradi di malattia. Una delle principali metriche di valutazione del grado dell’infiammazione è l’indice di sanguinamento.

Rispondiamo ora ad alcune semplici domande per cercare di capire ancora meglio: quando le gengive sono infiammate? Cos’è l’indice di sanguinamento e come si calcola? Come capire se l’infiammazione si è risolta?

      

Come posso accorgermi di avere le gengive infiammate?

Questa rappresenta una delle domande più frequenti che si pone a sé stessi e al professionista di riferimento. In effetti, essere in grado di controllare il proprio stato infiammatorio rappresenterebbe un sistema ideale per comprendere esattamente la situazione.

Uno dei segni principali dell’infiammazione è il sanguinamento. Questo si genera in seguito all’aumentata vascolarizzazione della zona come risposta dell’organismo all’aggressione batterica. I batteri presenti nella placca colonizzano il dente e, se non adeguatamente rimossi, determinano un’infiammazione della gengiva che si manifesta con i classici segni: gonfiore, rossore ed edema.

In questa condizione la gengiva può andare incontro a un sanguinamento a seguito di un semplice stimolo meccanico generato dallo spazzolamento o dall’alimentazione con cibi duri.

Di fatto, il sanguinamento spontaneo o provocato è un campanello d’allarme da non sottovalutare. Per questo motivo, va verificato e affrontato tempestivamente senza sottovalutarlo. 

Come funziona l’indice di sanguinamento?

Chiarito che il sanguinamento rappresenta uno dei segnali dell’infiammazione, andiamo a spiegare cosa sia l’indice di sanguinamento al sondaggio, che rappresenta il vero parametro per stabilire lo stato di salute gengivale.

Test indice di sanguinamento

Sondaggio dell’indice di sanguinamento

L’indice di sanguinamento è semplicemente determinato da una verifica dei punti in cui la gengiva sanguina in seguito al sondaggio parodontale.

Il sondaggio è una manovra indolore attraverso la quale viene inserita una sonda millimetrata tra il dente e la gengiva. Prendendo 6 punti di riferimento per ogni dente si verifica se la procedura generi sanguinamento. Sommando i risultati di ogni dente si ottiene una percentuale che stabilisce il valore di riferimento.

Secondo la nuova classificazione delle malattie parodontali:

  • Se il sanguinamento al sondaggio è inferiore al 10%, il soggetto è in condizione di salute;
  • Tra il 10% e il 30% si parla di infiammazione localizzata;
  • Sopra il 30% si parla invece di infiammazione generalizzata.

L’assenza di sanguinamento, secondo autorevoli studi, rappresenta uno dei principali fattori di stabilità sia per i denti che per gli impianti.

Per quanto detto, l’indice di sanguinamento rappresenta un parametro basilare di diagnosi e di controllo dello stato di salute parodontale. È bene sottolineare che spesso non si riscontra un sanguinamento spontaneo e quindi si crede di non avere problemi. L’indice di sanguinamento, invece, prescinde da una percezione ed è quindi un dato oggettivo.

Alla luce di questa considerazione è sempre bene fare un controllo approfondito da un professionista parodontologo per testare la reale situazione clinica. 

Come posso sapere se l’infiammazione si è risolta completamente?

Quando il proprio indice di sanguinamento è al di fuori dei parametri di salute e si esegue una terapia, andrebbe sempre verificato il risultato ottenuto. La terapia volta alla risoluzione del quadro infiammatorio andrebbe sempre seguita da un’analisi approfondita ed oggettiva.

Ancora una volta, per verificare la risoluzione e il controllo del quadro infiammatorio, ci viene in soccorso l’indice di sanguinamento. La terapia iniziale, infatti, si può dire aver raggiunto uno dei suoi principali obbiettivi quando il valore è < 10 %.

La conoscenza di questo parametro è fondamentale per comprendere se la risoluzione del quadro infiammatorio è avvenuta con successo.

 

Indice di sanguinamento: conclusioni

Una volta compreso che le malattie parodontali sono patologie infettive che generano una reazione infiammatoria occorre definire il principale parametro di controllo dell’infezione.

L’indice di sanguinamento al sondaggio rappresenta il valore diagnostico di riferimento.

Questo deve essere calcolato durante tutte le fasi di terapia e rappresenta un elemento importante; essendo un valore facilmente calcolabile senza alcuna invasività è davvero indispensabile per una diagnosi di qualità.

 


 

Leggi anche

 

Leggi l’articolo in pillole