15 Novembre, 2019
Banner Top
Mantenimento degli impianti

Come mantenere gli impianti in salute?

Per mantenere una mucosa perimplantare in buona salute è fondamentale prendersi dei propri impianti dentali. In primo luogo è necessario tenere sotto controllo la placca attraverso una buona igiene orale domiciliare. È poi importante seguire anche un regolare programma di igiene orale professionale presso il proprio studio dentistico di fiducia. Dunque è necessario prendersi cura dei propri impianti dentali come se fossero denti naturali, compiendo le medesime azioni solo con maggiore attenzione!

 

Il paziente dovrà seguire attentamente tutte le indicazioni sulle procedure d’igiene consigliate da medico o igienista per evitare infezioni che portino all’insuccesso dell’intervento. Ad ogni controllo dovrà essere valutata:

  1. la mucosa nelle vicinanze dell’impianto dentale;
  2. la presenza o l’assenza di placca e tartaro;
  3. la presenza o l’assenza di suppurazione;
  4. la profondità di sondaggio;
  5. la mobilità clinica dell’impianto.

 

Quali sono le malattie che colpiscono un impianto dentale?

La mucosite è una malattia infiammatoria reversibile dei tessuti molli che circondano l’impianto ed è una malattia che spesso viene riscontrata nei pazienti con impianti dentali. In caso di presenza di mucosite l’igienista dovrà rimuovere la placca e il tartaro attorno ai pilastri per evitare che l’infiammazione progredisca e si evolva in perimplantite.

Infatti il cattivo mantenimento degli impianti dentali può degenerare e trasformasi in perimplantite: una patologia in grado di compromettere la salute dell’impianto, provocando danni alla struttura di sostegno. La perimplantite può provocare la perdita dell’osso e dell’impianto stesso.

A cura della Commissione Editoriale della
Società Italiana di Parodontologia e Implantologia

gengive - Logo SIdP

Related Article

error: Copyright Gengive.org