13 dicembre, 2018
Banner Top
Quali sono i vantaggi degli impianti?

Il vantaggio più grande degli impianti è rappresentato dalla possibilità, in presenza di una adeguata disponibilità di osso, di inserire sempre uno o più impianti nell’osso mascellare in sostituzione delle radici dentarie andata perdute e riabilitare il paziente con dei denti fissi, senza intaccare o ancorarsi ai denti vicini.

 

Tutto questo può realizzarsi sia in presenza di una edentulia parziale, senza necessità di limare i denti adiacenti che rimangono integri e non devono essere limati, sia nelle edentulie complete.

 

In passato infatti, i denti mancanti potevano essere sostituiti unicamente con protesi fisse tradizionali ancorate ai denti adiacenti con grosso sacrificio di tessuto dentale, in alcuni casi sano, oppure in mancanza di elementi dentari residui validi da un punto di vista dell’ancoraggio con protesi rimovibili.

 

Inoltre, numerosi studi clinici hanno dimostrato che, in situazioni cliniche favorevoli, si possono ottenere elevati livelli di successo per impianti posizionati contestualmente alla estrazione di un dente non mantenibile ed in presenza di elevati valori di stabilità è possibile il posizionamento della protesi al momento dell’inserimento dell’impianto. Tutto questo con indubbi vantaggi per il paziente in termini di riduzione dei tempi e dei costi complessivi del trattamento, oltre che di miglioramento del comfort.

Ancora, nei pazienti edentuli o con dentatura residua compromessa e non recuperabile sono stati messi a punto protocolli operativi che prevedono la stabilizzazione della protesi totale o la realizzazione una riabilitazione protesica fissa sostenuta da 4-6 impianti anche post-estrattivi e con carico funzionale immediato. Studi clinici e istologici a lungo termine hanno verificato che, specie nelle riabilitazioni mandibolari, la procedura di carico immediato con protesi totale fissa a sostegno implantare è una procedura predicibile e con elevate percentuali di successo.

 

Inoltre, gli impianti dentali osteointegrati, come le radici naturali dei nostri denti sono in grado di trasmettere le sollecitazioni meccaniche delle protesi sostenute all’osso (forze tensive) contribuendo al mantenimento e alla conservazione dell’osso mandibolare o mascellare.

 

Per contro le protesi mobili trasmettono all’osso sottostante sollecitazioni meccaniche (forze compressive) che facilitano i processi di atrofia tipici della edentulia completa.

Related Article