Glossario

Perimplantite

La perimplantite è una patologia caratterizzata dalla progressiva perdita di osso attorno agli impianti associata a infiammazione della gengiva circostante. Una scarsa igiene orale, stili di vita sbagliati (es: fumo), controlli insufficienti delle condizioni di salute del nostro impianto, possono facilitare l’insorgenza di sovra-infezione dei tessuti perimplantari con conseguente sviluppo di perimplantite.

Cos'è la perimplantite?

Considerando la vasta diffusione delle terapie implantari negli ultimi decenni, la perimplantite ha oggi un’alta diffusione.

La periimplantite è preceduta da un’infiammazione superficiale e reversibile detta mucosite. Una mucosite non intercettata precocemente può evolvere in perimplantite. Una perimplantite non trattata nel modo adeguato può portare alla perdita stessa dell’impianto e della protesi sopra di esso posizionata, e in alcuni casi a potenziali danni per il paziente.

La distruzione ossea ha inizio nella parte più superficiale dell’impianto (quella vicina alla protesi): durante questo processo, e fintantoché non viene interessata la parte di osso più profonda attorno all’impianto, questo rimane stabile e spesso il paziente non percepisce sintomo o fastidio.

Una scarsa igiene orale, stili di vita incongrui (fumo), controlli insufficienti delle condizioni di salute del nostro impianto, possono facilitare l'insorgenza di una sovrainfezione dei tessuti perimplantari con conseguente sviluppo di perimplantite.

Fattori locali che possono provocare lo sviluppo di infezione e infiammazione attorno all’impianto possono essere legati all’allentamento della protesi sopra gli impianti: il riscontro di uno o più di questi sintomi deve spingere a contattare tempestivamente il dentista per un controllo.

Il rischio di sviluppare perimplantite è maggiore in pazienti che hanno sofferto e sono stati trattati per parodontite, ma ancor più in pazienti con parodontite mai curata. Nessuna terapia implantare dovrebbe essere eseguita prima di aver risolto le infezioni già presenti.

Anche il tabagismo è un fattore di rischio importante per lo sviluppo di perimplantite, pertanto, malgrado non rappresenti una controindicazione assoluta al trattamento implantare, sarebbe meglio eliminare o quantomeno ridurre il fumo portando le sigarette consumate sotto la soglia delle 5 sigarette al giorno.

Diversamente da quello che accade attorno ad un dente affetto da malattia parodontale, la perimplantite procede molto più rapidamente a causa delle caratteristiche strutturali ed anatomiche diverse di dente e impianti ed è per questo che una diagnosi precoce è determinante sull’evoluzione della patologia.

Mentre la cura di una mucosite è semplice e rapida, la cura della perimplantite può richiedere tempi lunghi, costi elevati e disagi maggiori. In alcuni casi deve essere necessaria addirittura la rimozione dell’impianto. Ne deriva che la prevenzione della malattia è fondamentale.

 

Articoli Correlati

Numerose ricerche scientifiche hanno constatato la relazione...

Definizoni Correlate

Un difetto verticale è un difetto osseo parodontale caratterizzato...

Il termine igiene orale indica...

Risposte Correlate

Una percentuale piccola ma significativa di bambini è affetta da...

L’odontoiatra formula la diagnosi avvalendosi di una sonda...

trova-parodontologo