25 Maggio, 2019
Banner Top

Osteoporosi

In condizioni normali (fisologiche), con l’aumento dell’età, la massa e la densità ossea totale tendono a decrescere. Questa condizione viene definita “osteopenia”. Il risultato di questo processo è una riduzione dello spessore della corticale ossea e un aumento della porosità della componente spugnosa dell’osso.

Quando la riduzione progressiva di massa ossea è superiore ai cambiamenti fisiologici legati all’età, con un aumento significativo della porosità ossea, essa può essere associata al rischio di fratture patologiche e ad alterazioni nella struttura e nella funzione ossea. In questo caso si parla di “osteoporosi”, che può essere primaria o secondaria. L’osso alveolare, nel mascellare superiore in misura maggiore rispetto alla mandibola, può risentire dello stesso tipo di cambiamenti e alterazioni (correlate all’età o patologiche), che si verificano negli altri distretti dello scheletro umano.

Tuttavia, la presenza di condizioni di osteopenia o di osteoporosi primaria non costituisce una controindicazione assoluta all’impiego di impianti dentali e non costituisce un fattore di rischio significativo per gli impianti dentali.

A cura della Commissione Editoriale della
Società Italiana di Parodontologia e Implantologia

gengive - Logo SIdP