Risposte

Risposte

La chirurgia osseoresettiva si riferisce ad una pratica chirurgica che, attraverso l’asportazione di tessuto osseo, prevede il rimodellamento di quelle aree che presentino difetti infraossei, al fine di ricostituire una morfologia igienicamente mantenibile alla zona trattata.

La chirurgia rigenerativa ha come obiettivo la ricostruzione dell’apparato d’attacco parodontale andato distrutto a seguito della parodontite.

I collutori non sostituiscono una corretta tecnica di spazzolamento dei denti.

Durante la gravidanza vi è un maggiore rischio di infiammazione gengivale a cause di squilibri ormonali, pertanto si consigliano controlli di igiene orale più frequenti.

Le malattie cardiovascolari e la malattia parodontale hanno correlazioni dovute all’influenza che quest’ultima può esercitare sulle malattie cardiache.

No.

I denti mobili sono tra i più comuni sintomi di forme gravi di malattia parodontale.

I denti possono diventare sensibili per diverse ragioni.

No.

Il rischio di ammalarsi di malattia parodontale è fortemente legato all’accumulo di placca batterica sulle superfici dei denti.

Sì, le malposizioni dentarie possono portare non solo ad una inefficiente funzione masticatoria ma anche alla mobilità dentale spesso causata da precontatti o da un’inadeguata igiene che a lungo andare si ripercuote sui tessuti di supporto del dente.

In molti casi può esserci una certa sensibilità dentinale. L’ipersensibilità dentinale è un sintomo che si può manifestare quando una zona di dentina esposta è eccessivamente sensibile.