Articoli

La Parodontite come rischio per il Diabete

Numerose ricerche scientifiche hanno constatato la relazione bidirezionale di diabete e parodontite. Rilevare la parodontite e trattarla per tempo può ridurre significativamente le complicanze del paziente diabetico

Correlazioni fra diabete, parodontite e impianti

Negli ultimi anni sono stati pubblicati numerosi studi clinici e sperimentali che hanno messo in evidenza una stretta correlazione tra la parodontite ed alcune malattie sistemiche.

Numerose evidenze scientifiche hanno constatato la relazione bidirezionale di diabete e parodontite.

Identificare i pazienti che sono a rischio diabete è importante per prevenire e monitorare lo sviluppo della malattia parodontale. Rilevare la parodontite e trattarla per tempo può ridurre significativamente le complicanze del paziente diabetico.

La parodontite influenza sia il controllo che la progressione del diabete, ed in casi gravi può addirittura concorrere al suo sviluppo: può favorire l’innalzamento dei livelli glicemici in chi ha già il diabete ed è in grado di peggiorare il controllo della glicemia anche in chi non è diabetico.

In presenza di parodontite i batteri nocivi del cavo orale, attraverso la circolazione sanguigna, sono in grado di raggiungere numerosi organi del nostro corpo, innescando pericolose reazioni infiammatorie a livello sistemico.

I dati sperimentali lasciano supporre che la parodontite aumenti il rischio di sviluppare diabete, mediante un incremento di emoglobina glicata (HbA1c). Questo incremento è ancora maggiore nei soggetti con un elevato livello di proteina C-reattiva (PCR).

Vi sono delle solide evidenze che nei soggetti affetti da parodontite vi sia un controllo glicemico peggiore, confermato da un incremento dei valori di HbA1c nei soggetti non diabetici con parodontite.

La tendenza all’iperglicemia è indotta dall’infiammazione sistemica elevata del soggetto affetto da parodontite ed un complesso meccanismo che comprende: 1) l’elevata produzione di citochina (degli enzimi responsabili dell’insorgenza di infiammazione) che potrebbe contribuire all’insulino-resistenza 2) aumento di acidi grassi liberi; 3) calo della produzione di ossido nitrico nei vasi sanguigni.

Nei soggetti diabetici con parodontite si è osservato un peggior controllo della glicemia e un aumentato rischio dello sviluppo di complicanze del diabete.

Nei soggetti con diabete di tipo 1 (cosiddetto giovanile o insulino-dipendente) e parodontite esiste un maggior rischio di complicanze renali e cardiovascolari.

Nei soggetti con diabete di tipo 2 (cosiddetto dell’adulto o non insulino-dipendente) in presenza di parodontite moderata/grave è più frequente macroalbuminuria e insufficienza renale terminale. Inoltre, in queste persone è presente un rischio di morte cardio-renale 3,5 volte superiore rispetto ai soggetti parodontalmente sani.

Il professionista dentale riveste quindi un ruolo importantissimo: gestire l’infiammazione con un’adeguata terapia parodontale rappresenta un supporto fondamentale per aiutare il diabetico a mantenere sotto controllo i livelli glicemici, che a sua volta possono favorire un miglioramento della salute parodontale.

E’ importante identificare, tra i pazienti che frequentano il dentista, coloro che sono affetti dal diabete: informarli sulla relazione con la malattia parodontale ed impostare un percorso di cura e prevenzione mediante un’accurata igiene orale domiciliare. L’odontoiatra può richiedere al paziente alcuni esami del sangue se necessario e, nei pazienti che presentano parodontite grave e familiarità di primo grado per il diabete di tipo 2, è consigliare una visita/valutazione diabetologica.

È opportuno che pazienti diabetici che devono essere sottoposti a cure odontoiatriche, programmino adeguatamente l’orario dell’appuntamento, il tipo di anestesia, e instaurino se necessario una profilassi antibiotica ed evitare, per quanto possibile, rischiose complicanze.

La Parodontite come rischio per il Diabete

Articoli Correlati

La tasca parodontale è una delle espressioni...

Molte persone sono angosciate dall’idea di avere la “piorrea” (è...

Definizoni Correlate

Con il termine migrazione dentale si intende...

Un difetto osseo parodontale è un riassorbimento della componente...

Risposte Correlate

No, la malattia parodontale non è una malattia ereditaria.

L’igiene orale per molti anni è stata considerata la “pulizia dei...

trova-parodontologo